IL PAESAGGIO INTERIORE

di Gianfranco Mingozzi

Con quale immagine cominciare? L’acciottolato grigio di una strada ferrarese o i mattoni rossi di un portico bolognese, un’alta torre medioevale o la distesa calma fluviale di un delta senza tempo? Il paesaggio delle campagne e delle città dell’Emilia – io mezzo ferrarese e mezzo bolognese – è entrato molte volte nei miei film, da protagonista, o come sfondo ma sempre importante, necessario, seguendo il mio itinerario di regista, dal documentario al lungometraggio a soggetto. Leggi tutto “IL PAESAGGIO INTERIORE”

SORGENTI DELLA CAFFARELLA E L’ALMONE

di Fabio Depino

Il bacino idrografico dell’Almone era un tempo separato da quello dell’Acqua Mariana. Oggi invece le loro acque si mescolano prima di giungere alla valle della Caffarella.
La valle della Caffarella, formatasi geologicamente in seguito all’eruzione del “Vulcano Laziale” lì dove ora sono i Colli Albani, è ricchissima di acque provenienti oltre che dall’Almone anche dalle numerose sorgenti disseminate lungo l’ampio territorio della valle. Leggi tutto “SORGENTI DELLA CAFFARELLA E L’ALMONE”

TORRE DI MEZZA VIA – Un tempo i romani sostavano a Torre di Mezza Via

di Fabio Depino

Ancora oggi la Torre di Mezza Via eretta come una sentinella, sembra sorvegliare il luogo in cui si diramano due strade di grande importanza per Roma, la via Tuscolana e la via Anagnina. La costruzione della torre risale al XIII sec. secondo Giovanni Maria De Rossi, mentre secondo Lorenzo Quilici al XII sec. Il nome richiama un ruolo di sosta per i viandanti che percorrevano la via Tuscolana tra Roma e Frascati (si trova cioè a metà strada) e risale secondo il De Rossi al XIV secolo (secondo Giuseppe Tomassetti al XVI sec). Leggi tutto “TORRE DI MEZZA VIA – Un tempo i romani sostavano a Torre di Mezza Via”

LA MARRANA DELL’ACQUA MARIANA

di Fabio Depino

Nel Parco dell’Appia Antica, oltre al fiume Almone esiste un altro corso d’acqua, che ha rivestito una notevole importanza nei secoli passati, a partire dal periodo medievale.
Le sue acque difatti furono utilizzate oltre che in agricoltura anche per fornire l’energia necessaria ai numerosi mulini e opifici vari che sorgevano lungo il suo percorso. Oggi purtroppo appare come una vera e propria fogna a cielo aperto a causa degli scarichi che riceve nel territorio di alcuni comuni che attraversa come Grottaferrata, Marino e Ciampino. Leggi tutto “LA MARRANA DELL’ACQUA MARIANA”

LA FATTORIA DI GREGNA

di Fabio Depino

La fattoria è ubicata sull’antico tracciato della via Latina, in corrispondenza del km 1650 della via Anagnina.
E’ costituita da un insieme di edifici di cui il più antico è quello meridionale, costruito sopra una cisterna romana a 2 piani. La cisterna di impianto rettangolare è della fine del II sec. d.C.; è a 2 piani in laterizio, fornita di grossi e alti speroni. Nel complesso è presente un’antica vasca alimentata dall’acquedotto rurale della Barbuta. Leggi tutto “LA FATTORIA DI GREGNA”

” ZO’E'” – IL POPOLO DELL’UTOPIA POSSIBILE

di Angelo Bonelli

Il popolo Zo’è è uno dei 38 gruppi indigeni che vivono isolati nella foresta amazzonica. Sono conosciuti agli antropologi come l’ultimo popolo indios “intatto” dell’Amazzonia.
Zo’è nella lingua indios Tupi significa Noi, quindi popolo Noi.
Vivono in un’area montagnosa situata a Nord-Est dello stato del Parà nell’Amazzonia Brasiliana, e parlano un idioma della famiglia Tupi-Guarani; sono stati conosciuti agli inizi degli anni 90 come uno degli ultimi popoli indios ad entrare in contatto effettivo con la società occidentale. Leggi tutto “” ZO’E’” – IL POPOLO DELL’UTOPIA POSSIBILE”

FESTA A GROTTA-FERRATA – Dal testo originale “Roba di Roma”, 1876


di William Wetmore Story

C’e’ una grande “festa” durante la Quaresima nel piccolo centro di Grotta-Ferrata, paese a circa quattordici miglia da Roma. Ha luogo il 25 marzo e spesso e’ molto allegra e pittoresca e sempre affascinante per chi e’ spettatore e privo di pregiudizi.Sin dalle otto del mattino cominciano ad incamminarsi i carretti da Porta San Giovanni ed in quasi due ore raggiungono il Monastero fortificato, ai cui piedi sorge il paese di Grotta-Ferrata. Leggi tutto “FESTA A GROTTA-FERRATA – Dal testo originale “Roba di Roma”, 1876″

GERUSALEMME POST ESILICA

di Danilo Mercanti

Successivamente alla distruzione del primo tempio e alla deportazione del popolo in Babilonia operata da Nabuconodosor, Ciro, re dei medi e dei persiani, nel 539 a.C., abbatte l’impero caldeo-babilonese e restituisce libertà e gli oggetti trafugati agli ebrei in esilio, che lo accolgono come provvidenziale liberatore. Gerusalemme e la Palestina rimangono per due secoli sotto la dominazione persiana, costituenti, con la Siria, la V° Satrapia del nuovo impero emergente, mantenendo una certa autonomia amministrativa. Leggi tutto “GERUSALEMME POST ESILICA”

GERUSALEMME Il muro del pianto

di Danilo Mercanti

In questo secondo appuntamento si intende rappresentare la storia del Muro del Pianto. E’ ciò che rimane del maestoso Tempio di Gerusalemme distrutto dalle truppe imperiali romane nel settanta D.C.. Il Tempio ha conosciuto nella sua storia tre distruzioni e in particolare quella operata dai Caldei babilonesi di Nabucodonosor nell’Agosto del 587 che lo rasero al suolo completamente, unitamente alla stessa città che lo ospitava. E’ il primo Tempio che, agognato da Davide, viene costruito da suo figlio Salomone, in un tempo di ricchezza economica e di pace nel Paese. Leggi tutto “GERUSALEMME Il muro del pianto”

CASALE DELLA MARANELLA

di Fabio Depino

Il fondo del Casale della Maranella si situa tra il fosso dell’Acqua Mariana, il Grande Raccordo Anulare, l’Ippodromo di Capannelle e le Scuderie Vecchie dello stesso, nell’estrema periferia sud-est di Roma. L’area, attraversata dalla ferrovia Roma- Cassino , si estende per circa quaranta ettari. Leggi tutto “CASALE DELLA MARANELLA”